Volare si Può, Sognare si Deve!

Resoconto IX Giornata Sassarese della Malattia di Parkinson

28 novembre 2015
IX Giornata Sassarese della Malattia di Parkinson
Dedicata alla memoria di Fiorentino Ena

In occasione della Giornata Nazionale della Malattia di Parkinson siamo tornati sul luogo dove nel 2009 tutto ebbe inizio. Allora, proprio qui, in una Camera di Commercio gremita fino all’ultimo posto, vi raccontammo che esistevano trattamenti non convenzionali per affrontare la malattia, per rafforzare quelle tradizionali e per ridurre eventuali effetti collaterali. Giornata 0Quest’anno il Centro dei Disordini del Movimento della Neurologia della AOU di Sassari e l’Associazione Parkinson Sassari hanno pertanto invitato alla Camera di Commercio per raccontare orgogliosamente che tutto ciò che allora fu presentato, quasi come non fosse fattibile a Sassari, invece è stato realizzato. Ma andiamo per ordine …
Il presidente della Parkinson Sassari, Franco Delli, ha deciso di non voler intervenire questa volta e si accomoda inizialmente più in fondo alla sala, evidentemente vuole godersi lo spettacolo che sei anni fa lo ha visto assoluto protagonista. La mattinata è moderata, come tutte le precedenti edizioni, dal neurologo Kai Paulus che apre i lavori ricordando il Sig. Fiorentino Ena, recentemente scomparso, per molti anni presidente della Associazione Parkinsoniani di Nuoro, seguito da un solenne e lungo applauso dei oltre 200 presenti in sala. La dott.ssa Antonella Virdis, direttore sanitario della AOU di Sassari si complimenta con gli organizzatori per gli sforzi compiuti in questi anni con l’obiettivo di creare una rete di sostegno e di assistenza per ammalati e familiari; in particolare, sottolinea la Virdis, colpisce l’entusiasmo con cui la Parkinson Sassari svolge le sue attività. Anche il commissario straordinario della ASL n.1 di Sassari, dott. Agostino Sussarello, conferma le parole della dirigente della AOU e precisa che ciò che Neurologia e Parkinson Sassari hanno sviluppato a Sassari sarebbe da modello per la sanità del futuro. Il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Sassari, dott. Francesco Pio Scanu, si scusa tramite un comunicato che per precedenti impegni istituzionali presi non poteva partecipare alla mattinata auspicando il successo dell’iniziativa ed inviando cordiali saluti a tutti.Giornata 1

Prof. Gian Pietro Sechi, responsabile della UOC Neurologia della AOU di Sassari inizia la parte scientifica della mattinata con una breve introduzione alla malattia di Parkinson ricordando l’importanza della scoperta della dopamina come farmaco ed anticipando alcune notizie sui progetti sul Parkinson che si stanno realizzando a Sassari. Torna a grande richiesta Prof. Pier Andrea Serra, farmacologo del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università di Sassari, oramai amico della nostra comunità, per approfondire diversi aspetti del sonno e l’importanza del sonno nel ammalato di Parkinson. Il sonno appare quasi come una medicina, che spazza via nel cervello alcune molecole responsabili della malattia. Alla fine della sua interessantissima relazione Prof. Serra lancia un appello ed invita i presenta a partecipare ad uno studio innovativo sul sonno parkinsoniano che dovrà iniziare a breve. Segue una lunga ed animata discussione in sala con tante domande rivolte dal pubblico ai due docenti universitari e si percepisce la speranza che tutti pongono nei due accademici che da anni sono in prima linea nella lotta scientifica contro il Parkinson.

Per introdurre il prossimo blocco nel programma, il moderatore ricorda gli oramai consueti, periodici incontri organizzati dal team della Psicologia Clinica della AOU di Sassari separatamente, o con i pazienti o con i familiari. Dott. Giovanni CaGiornata 2rpentras, responsabile della Psicologia Clinica, con cui la Parkinson Sassari collabora ad uno studio sulla qualità di vita del familiare, introduce con una relazione sull’intelligenza emotiva che in seguito la psicologa dott.ssa Lidia Spanedda approfondisce mettendo l’accento sull’importanza del familiare nella gestione globale della malattia e chiama sul palco due rappresentanti della categoria, Giornata 3Dora Corveddu e Antonio Marogna, che con le loro toccanti storie e testimonianze commuovono tutta la sala. Si cambia pagina e si tocca un altro aspetto fondamentale, la riabilitazione. Vengono ricordati Francesco Enna che con il teatro, nello specifico con la sua esilarante commedia “Romeo e Giulietta, 40 anni dopo” è riuscito a trascinare molti amici sul palcoscenico ed a recitare senza deambulatori o stampelle. In questo ha notevole merito la dott.ssa Pinuccia Sanna che in palestra con la ginnastica di gruppo è molto attenta a postura e marcia.Giornata 4 A questo proposito, si introduce un nuovo personaggio, la dott.ssa Annalisa Mambrini, che da poco ha iniziato a coinvolgere ammalati e familiari nella sua DanzaMovimentoTerapia; nel suo intervento l’esperta spiega le basi della sua terapia e fa vedere alcuni video che illustrano il lavoro svolto in palestra a suon di danze e marce. Il pubblico ammira gli impensabili danzatrici e ballerini, Maria Luisa, Franco, Oscar ed Antonio che sorprendono per le loro acrobazie senza perdere l’equilibrio.
La nostra psicologa, dott.ssa Iole Sotgiu, responsabile dello sportello d’ascolto, prende spunto da questi video per sottolineare i notevoli progressi di persone quali Oscar ed Antonio.
Un momento festoso è ovviamente la premiazione del personaggio dell’anno. E’ stato ricordato quanto la scelta del personaggio dello scorso anno fosse azzeccata nella persona della dott.ssa Pinuccia Sanna e che continua in palestra con il suo preziosissimo lavoro nel far “volare” tutti. E così anche quest’anno la scelta poteva cadere solo su un’unica persona: il nostro webmaster Gian Paolo Frau che con la creazione e la gestione del sito www.associazioneparkinsonsassari.com e la correlata pagina di facebook ha regalato alla Parkinson Sassari uno strumento con il quale tutti i soci possono rimanere Giornata 5aggiornati con le attività sociali e con le informazioni scientifiche, ma che permette loro soprattutto di interagire tra di loro; grande pregio del sito è che molti soci ed amici lontano da Sassari, non potendo frequentare le regolari attività settimanali, sono ora in grado di seguire comunque le faccende sassaresi. Il sito di Gian Paolo Frau è seguito anche fuori dalla Sardegna il che ha aiutato la nostra associazione a farsi maggiormente conoscere. La premiazione quest’anno è stata particolarmente sentita e si è trasformato in una gioiosa collaborazione tra soci: l’idea della grafica consegnata come premio è stata di Rosanna che nel rinomato artista sassarese Peppino Anfossi ha individuato la persona più adatta; quindi, Graziella e Piero hanno confezionato la grafica con cornice e pacco regalo (abbinato a due bottiglie di buon vino) e scritto la motivazione. Prima della premiazione il nostro vicepresidente Peppino (Achene) ha scelto Adelaide e Maria Luisa per la consegna e la lettura del premio. La scelta si è rivelata azzeccata: le due damigelle sono tornate nei loro ruoli teatrali, Nutrice una e Giulietta l’altra, trasformando la premiazione in una breve, spassosa commedia che ha fatto ridere l’intera sala.  Alla fine anche Dora interviene per leggere una parte della motivazione.
Si è conclusa così questa intensa mattinata tra scienza, speranza e divertimento e tutti brindano con i “petali di rose” di Peppino al rinfresco allestito nella sala attigua alla buona riuscita del convegno, all’associazione ed all’amicizia. Pian piano ci si saluta, ma alcuni si ritrovano in serata all’aeroporto di Fertilia per assistere all’inaugurazione dellaGiornata 6 rassegna musicale “Classica in Aeroporto” organizzata dalla Alghero Airport Sogeaal e dalla Associazione Musicale Culturale Ellipsis e gemellata con la Giornata Parkinson: l’orchestra Ellipsis, diretta dal maestro Robert Gutter con l’oboe solista Alberto Cesaraccio, propone l’Overture da l’Isola disabitata ed il Concerto per oboe ed orchestra in Do maggiore di F.J. Haydn, e la Sinfonia n. 36 “Linz” di Wolfgang Amadeus Mozart. Con queste note, e con l’assaggio di un prelibato vino in compagnia di Nanna, Adelaide, Maria Luisa, Peppino, Antonio, Francesco (Simula), ed il neo-premiato Gian Paolo, la IX Giornata Sassarese della Malattia di Parkinson trova una sua degna conclusione.
Volare si può, sognare si deve!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Close