Volare si Può, Sognare si Deve!

BUONE PROSPETTIVE PER LA NUOVA DOPAMINA Postilla alla Pillola n. 10

(Sto terminando il turno di notte in reparto ed in attesa che arrivi il collega per le consegne sto leggendo un articolo molto interessante che si allaccia alle novità terapeutiche presentate nella mia recente Pillola n.10 e che vorrei presentarvi in sintesi)

 

Scrive Thomas Mueller nel nuovo numero della rivista scientifica tedesca “Der Neurologe&Psychiater”:

“I neurologi verosimilmente non potranno offrire, nel prossimo futuro, nuove strategie terapeutiche ai loro assistiti, però i ricercatori riescono con crescente successo a migliorare le opzioni terapeutiche esistenti.”

Levodopa [Sirio, Sinemet, Madopar, Stalevo] viene trasformata nel cervello in dopamina e sostituisce il neurotrasmettitore mancante; in questo senso la levodopa rappresenta la sostanza che più si avvicina al ripristino fisiologico del circuito dopaminergico. Sfortunatamente, però, la levodopa possiede una breve emivita [efficacia] di soli 90 minuti circa e causa un regime terapeutico pulsatile responsabile delle fluttuazioni on-off, dell’effetto fine-dose e delle discinesie dell’effetto picco-dose. L’ideale sarebbe una formulazione con una durata di 24 ore; in questo modo si osserverebbero meno effetti collaterali, come già sperimentato con la pompa ad iniezione continua intestinale.”

“Tra le varie formulazioni di levodopa a rilascio prolungato, come quella in sfere, IPX066, appare molto promettente la cosiddetta ‘pillola fisarmonica’ AP09004, in cui la levodopa è legata ad un foglietto di polimero biologico ripiegato su sè stesso che si dispiega lentamente nello stomaco rilasciando nell’intestino levodopa per oltre 12 ore e riducendo in questo modo notevolmente il numero dell’assunzione di farmaco,ed i tempi sia del blocco motorio che delle discinesie.

Inoltre, si sta studiando una formulazione di levodopa da inalare, CVT-301, che dovrebbe servire soprattutto nelle fasi critiche per ridurre una fase off considerando che entra in azione già dopo quindici minuti.”

(Mi sembrava giusto segnalarvi questo articolo uscito questa settimana a dimostrazione della certezza che ben presto ci sarà qualche novità disponibile anche in Italia. Ma mi sono fatto distrarre, ora torno a completare il nuovo articolo della serie delle ‘Pillole’, dove vi parlerò della cannabis)

Kai S. Paulus

Fonte:

Mueller T.

Gute Chancen fuer langwirkendes L-Dopa.

DNP Der Neurologe&Psychiater, n. 18(4), 2017

1 Commento

  1. Kai Paulus

    Scritto cinque anni fa, purtroppo nessuna delle innovative formulazioni della levodopa ha mai visto un banco di farmacia. Però è interessante osservare l’enorme differenza tra ricerca e mercato, tra ciò che viene ideato e sviluppato e ciò che alla fine viene effettivamente prodotto e proposto all’utenza.
    Interessante anche che allora scrivevo tutti i miei contribuiti per questo sito (ma anche relazioni per convegni) durante i turni di notte in Clinica. Oggi devo investire i fine-settimana…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Close