Volare si Può, Sognare si Deve!

Archivio mensile: Marzo 2018

Due coppie assortite in giro per Sassari di G.B.


Titolo       – GLI EQUIVOCI

Interpreti – Baingio/Ortensia & Zuniari/Mafalda – coppie di marito e mogie – Park/noPark
Soggetto – Equivoci che nascono quando la tec/cellulare risulta ostica per Baingio & Zuniari

Come ogni giorno Ortensia e Mafalda si telefonano per avere reciproche notizie…. e non trascurano di chiacchierare piacevolmente di altro come usa fra amiche; nel mezzo della conversazione, Ortensia dice a Mafalda …. – purtroppo questa notte Baingio non è stato bene…. ha avuto un attacco di “sciatica”, e il dottore che questa mattina e venuto a casa a visitarlo , gli ha prescritto riposo e, una visita radiologica da fare questa sera per fugare ogni dubbio, quindi… (non potendo Baingio usare l’automobile)….siamo un po “nelle curve” – < di rimando Mafalda le dice – alle curve ci penso io…. a che ora avete l’appuntamento !?…. bene, non preoccuparti , sono da voi alle (18.00) precise, intanto avverto Zuniari … così fa compagnia a Baingio >.

Alle 18,00 (zero/zero) !!! , comincia la serata…. ” per certi versi surreale” .

Mafalda, alla guida dell’auto e Ortensia a fianco, i rispettivi mariti ….dietro (passeggeri trasportati) !! . Ma , si sa bene, che le persone con un onorevole trascorso di guida, come Baingio e Zuniari, mal si adattano ad essere “passeggeri” , quindi… ognuno di loro parla in contemporanea, cercando di spiegare a modo loro, il percorso ideale da scegliere, creando così, all’interno dell’auto, una sorta di confusione cacofonica, con il solo risultato di irritare oltremodo Mafalda (alla guida non è proprio a suo agio) al punto di non sapere più cosa fare ….!!! e di “getto” Mafalda dice ai due “passeggeri mariti”… < perché non andate a raccogliere lumache….!? (ca…o) !! > ….. Raggiunta alla fine una ragionevole tregua … (fatta di mugugni) …. contrariamente a quanto si possa pensare, arrivano tutti a destinazione (allo studio radiologico), “sani e salvi”.

Accostata la macchina,nella via dello studio radiologico, i due passeggeri scendono…. e rivolti alle mogli… gli dicono < veniteci a prendere (dopo la visita di Baingio) … fra 1/2 ora circa.

La risposta di Ortensia, rivolta Baingio, è semplice e concisa -< hai il telefonino?! usalo…!!! – chiamami quando termini !!! >… mentre Mafalda (sorridendo sorniona) , a bassa voce rivolgendosi a Ortensia , le dice – < a mio marito, Zuniari, non chiedo nemmeno… lui, il cellulare lo tiene sempre spento e quando siamo insieme … non lo porta neppure con se > –

In ambulatorio per la visita di Baiingio, succede il primo equivoco : ” Zuniari viene scambiato per Baingio ” : Infatti mentre Baingio si accomoda in sala d’attesa, sulla sedia a causa del dolore “sciatico” ,….. Zuniari che è portatore di Parkinson … cammina nel corridoio…. e quando l’infermiera aprendo la porta dello studio, trovandosi difronte Zuniari, convinta sia Baingio pronto per la visita … gli dice : <prego si accomodi sig. Baingio…> preso alla sprovvista la risposta di Zuniari è imbarazzata….<io non sono….Bain….>, al ché, l’infermiera, che chissà come ha perduto di colpo la gentilezza …. gli dice: < basta … vada a sedersi in sala d’attesa …. e non intralci il mio lavoro>… Zuniari ci rimane molto male, e per un sorta di “pudore masculo” non dice niente a Baingio che viene chiamato dalla stessa (infermiera) che lo fa accomodare all’interno dello studio per sottoporlo alla radiografia …. tutto bene il referto.

Dopo questo piccolo equivoco, terminata la visita radiologica di Baingio , con leggero anticipo rispetto all’orario convenuto con le mogli, i due “compari” si ritrovano sulla via …. in attesa di essere “prelevati” ….. a questo punto… viene spontaneo a Zuniari dire a Baingio….< chiama Ortesia > !!! – Baigio si fruga un po nelle tasche e cerca il suo cellulare …che non lo trova !!! purtroppo lo ha dimenticato a casa !!! …..”camuffando” il disagio …. rivolto a Zuniari gli dice < compà non vè problema …. non abbiamo bisogno di cellulari né di muglieri ….ci facciamo quattro passi a pedi ….andiamo da mia figlia in Via Roma e telefoniamo a Ortensia >.

Presa questa decisione un po bizzarra (bastava aspettare l’arrivo delle mogli), lemme lemme , Baingio e Zuniari si avviano ……e dopo una buona 1/2 ora di camminata, (non tanto gradita a Zuniari/Park) arrivano al negozio della figlia di Baingio….ma quando si dice …” LA SFIGA”…… la figlia di Baingio non c’è ….!!! – li accoglie invece la signora Maria Filomena, gentile e premurosa che, con un leggero sorriso tra il preoccupato e l’ironico dice – < buonasera signor Baì …., come mai solo….!? risposta …. sa ….., ho dimenticato il cellulare a casa e dovrei chiamare Ortensia…… > – nessun problema > gli dice Filomena …. < mi dia il numero…? > Baingio inforca gli occhiali e detta il numero – tu…tu… tu… libero …. ma nessuna risposta – < sig. Baì .. è sicuro che sia il numero giusto..?! mi dia a me il foglio …. che leggo meglio di lei … >, …. sul foglio ci sono due numeri uno ASS. l’altro anonimo – Sigora Maria un po divertita dice …. < signor Baì … ” già ci credo ” che non rispondeva nessuno, sta facendo il numero dell’ASSICURAZIONE (c…..o) > – Baingio si rende conto di aver dato il numero dell’associazione Park…. facendo finta di niente dice …. < provi con questo > …….. Tu …tu… tu…. segreteria telefonica ….. – < signor Baì ma è prorio sicuro che il numero sia giusto (sottovoce c…o) ,e poi……il suo amico non ha il cellulare… ?!!! > …… Zuniari chiamato in causa …. risponde imbarazzato…. – < anche io ho dimenticato il mio cellulare a casa…!!! > di rimando signora Maria – < e no !!! …. cosi non va bene!!! …. non sapete che può succedervi qualcosa (c….o) ….. alla vostra età e pericoloso “uscire” senza cellulare …. non si sa mai (c…o) > – intanto …….Zuniari , per non saper ne leggere e ne scrivere, con le mani “affondate” nelle tasche faceva gli scongiuri …..toccandosi ….!!!, mentre Baingio , seccato… salutava dicendo …. < se chiama Ortensia… le dica che noi andiamo verso casa >.

Cosi sul fare della sera, i due “compari” si incamminano “zoppi / zoppi” per la Via Roma, entrambi delusi e sofferenti… uno claudicante per il Park e l’altro “buriato ” per il dolore di “sciatica” , ….. ma , ” tirriosi ” quali sono, a “malagana” si atteggiano a sembrare due giovani fringuelli in libertà (vigilata).

Cosi a metà salita Baingio e Zuniari si sentono chiamare ripetutamente col “claxon” di un auto , sono finalmente le rispettive “consorti ” …..,che accostando l’auto invitano (ridendosela) Baingio e Zuniari a salire …. e qui i dovuti chiarimenti (raffazonati) : – il “dialogo” all’interno dell’auto diventa confuso… tutti si beccano come i quattro capponi nella stia di Renzo Tramaglino… così –

– Baingio a Ortensia … < ma perché non rispondi al cellulare …!!? – Ortensia .< sono io che continuo a chiamarti…..!!! mi da sempre sempre libero…. e non rispondi !! …. non è che “sciatica” ti ha infiammato anche l’orecchio…. (c….o) > < ma cosa dici Orté… il mio telefono lo dimenticato a casa … > risponde seccato Baingio > … e Mafalda al marito < …. Zunià , ma tu potevi chiamare al mio cellulare …..o no !!? > risposta …. < Mafà sai che io non mi fido molto del cellulare …. e i numeri non li ho ” a memoria” … preferisco parlare di persona !!! sai che possono “spiarci”….e poi finiamo sulla Nuova Sardegna….!!! – ” no” sia mai !!!

Così tra un bisticcio e l’altro , alla fine delle dispute sugli equivoci, tutto si ricompone … e guardandosi …..dicono insieme …. ” MA SIAMO SICURI CHE UNA TELEFONATA ALLUNGA LA VITA !!! come dice la TELEVISIONE….???.

Chiudono la serata al BAR ….. con il naso “infilato” in una tazza di cioccolata bollente, per le signore…e un semplice caffè macchiato per i signori ….. (dopotutto sono uomini che si fanno rispettare ….o no ?!! (ca..o) – evocando quanto successo…., se la ridono pensando …. ai tanti… che credono non si viva senza ” il smarfon” !!!! ….si dice così ??? bòòò !!!

Gli unici che veramente hanno bisticciato in questa “piacevole serata” , sono i due telefoni di casa Baingio/Ortensia, che continuavano a squillare , …. aspettando una risposta … che per una serie di equivoci , NON POTEVA MAI ARRIVARE !!!

g.b.


Mi hai regalato il tuo sorriso di G.B.


IL TUO SORRISO

Mi hai regalato il tuo sorriso di giovane donna,
sbocciato tra labbra umide baciate dal sole
perché non fossi più triste......

Chiostra eburnea , scivolata nell'anima
come un bagliore nella notte, da tenere
stretto nel pugno per non dissolversi.

Sogno di giovinezza che affiora delicato,
casto come lacrime primigenie, regalate
in dono all'età che porto dentro.

Sorriso fugace.... come vita
piena di ricordi , vissuta
col trasporto negli occhi.

Emozioni sopite .... ma ora vive,
tenere come frutti maturi ,
dolci come il tuo sorriso.


G.B.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Close