Volare si Può, Sognare si Deve!

Archivio mensile: Giugno 2016

Risultato delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo dell’Associazione Parkinson Sassari

cropped-logo-per-sito2-copia.png

ASSOCIAZIONE PARKINSON SASSARI ONLUS

ASSEMBLEA GENERALE

Il giorno 28 giugno 2016,martedi, alle ore 16, nei locali attigui alla Chiesa di S. Giovanni Bosco, si è tenuta l’Assemblea Generale dei soci, per prendere in esame ed eventualmente approvare le seguenti voci previste nell’O.d.G.

1) Lettura e approvazione del Nuovo Statuto

2) Elezione del nuovo Consiglio Direttivo

Durante la lettura dello Statuto sono stati fatti rilievi (P. Achene) inerenti le modalità di votazione; sono emerse due “visioni” differenti dal momento che lo Statuto non tratta specificamente questo argomento:

1) lista breve predisposta sulla base della disponibilità dei singoli candidati al cui interno attribuire un massimo di cinque preferenze;

2) lista contenente i nominativi di tutti i soci iscritti al cui interno attribuire non oltre cinque preferenze: è prevalsa la tesi N° 1 con la possibilità di inserire nuovi nominativi in calce alla lista.

Conclusa la lettura il testo è stato posto in votazione e APPROVATO ALL’ UNANIMITA’

Alla controprova sono risultati contrari: zero ; astenuti : zero.


Si è proceduto quindi all’Elezione del Consiglio Direttivo – del Collegio dei Revisori dei Conti – del Collegio dei Probiviri.

I votanti sono stati 65 (comprese…6.deleghe)

DOPO LO SCRUTINIO HANNO OTTENUTO VOTI:

CONSIGLIO DIRETTIVO

1) Simula Franco                  voti 42

2) Corveddu Dora                 voti 32

3) Marogna Tonino               voti 27

4) Marras Franca                 voti 27

5) Salaris Margherita           voti 25

6) Achene Peppino              voti 17

7) Dessena Gianni              voti 16

Collegio Revisori dei Conti

1) Sanna Adelaide              voti 12

2) Sotgiu Jole                      voti  7

3) Mura Gianuario               voti  7

Collegio Probiviri

1) Delli Franco                    voti  6

2) Paulus Kai                      voti  6

3) Enna Franco                  voti  5

Hanno ottenuto voti: Faedda Salvatore 5 – Gavini Marina 5 – Delogu Antonio 4 – Sini Gianni 3 – Baldinu Vincenzo 2 – Manchia Graziella 1 – Stacca Gavino 1

Fatta salva la riserva connessa ad eventuali ricorsi ( da presentare al Presidente neo – eletto entro il 15 luglio 2016) sulla regolarità delle votazioni e sulla regolarità dello scrutinio, il Nuovo Consiglio Direttivo si riserva di assumere le sue funzioni formali non appena entrerà in possesso dei documenti basilari dell’Associazione di cui al momento non si conosce traccia alcuna (conto consuntivo – quaderno dei verbali – Banca presso cui è allocato il Conto Corrente dell’Associazione – Intestazione del Conto Corrente-Nominativo/i del/dei possessori del Bancomat)

Nella prima Riunione Informale del Nuovo Consiglio – che si terrà Lunedì 4 Luglio 2016 nel locale sito sarà predisposta una lettera “ufficiale”da inviare a tutti i vecchi dirigenti, e per conoscenza al dott. Paulus, perché nella comune solidarietà e per il bene e la crescita dell’Associazione, ci aiutino a dipanare la matassa nonostante i ripetuti solleciti che hanno avuto soltanto risposte evasive.

Sassari 28 Giugno 2016

Il Presidente

Franco Simula

 

S.O.S. Ecosistema di Peppino Achene

Una volta si moriva prima di arrivare a vecchiaia. Agli occhi di un bambino, un nonno dall’aria appisolata e spenta, dalla voce flebile, appariva vecchio decrepito anche se in buona età.

Oggi viviamo più  a lungo, infatti, nel giro di qualche decennio, grazie ai progressi della medicina, tutto è cambiato. Un cinquantenne è considerato giovane, è ricco di energia ed inventiva e vive in un mondo sempre più progredito che gli assicura un certo benessere economico e quindi, il soddisfacimento dei bisogni. Tutto ciò è sicuramente vantaggioso per la salute. Malgrado ciò, in una società avviata verso il culto della tecnica, qualcosa non funziona perché, nonostante i passi avanti compiuti dalla medicina e i progressi delle terapie farmacologiche, oggi, siamo colpiti dalle malattie molto più che in passato. Quanto più s’invecchia, tanto più ci si scontra con problematiche che ci fanno sentire deboli e indifesi. Non esiste, credo, alcuna pillola che possa assicurare serenità e fiducia. Anche il medico si è trasformato, col tempo, in uno specialista freddo e meccanizzato che, spesso, si deve scontrare con i problemi delle aziende ospedaliere, per cui, è sempre più raro  trovare un dottore paziente nell’ascoltare chi talvolta, ha più bisogno di conforto ed incoraggiamento che di ricette. Tutto ciò, soprattutto nelle persone anziane affette da particolari patologie, determina una sofferenza interiore che spinge verso una sensazione di solitudine e abbandono.

A volte capita però, la fortuna di imbattere in specialisti ricchi di umanità, capaci di entrare in sintonia col paziente che gli sta di fronte che, in questa maniera, non si sente più alla deriva e ritrova la fiducia e la speranza. Questo fatto diventa ancora più importante se, al suo impegno, alla sua serietà professionale, si unisce quella di altri specialisti che collaborano creando un “ecosistema” in grado di offrire al paziente tutto ciò di cui ha necessità per vivere con fiducia la propria vita, sia pure, con le difficoltà imposte dalla malattia.

È necessario, quindi, adoperarsi per far si che i risultati raggiunti non vengano vanificati, ma semmai rafforzati ed intensificati.

 

Peppino Achene, Tissi 23 maggio 2016

I fogli ritrovati….. di Dora Corveddu

Oggi , mentre rovistavo tra le carte di un mio cassetto, lo sguardo mi è caduto su dei fogli che non ricordavo di possedere. La scritta iniziale, in grassetto, mi ha fatto immediatamente capire di che si trattava e mi ha riportata indietro al giorno in cui abbiamo appreso, in una sala del Palazzo della Provincia, dove si teneva un convegno sulla malattia di Parkinson, la notizia della nascita del primo nucleo dell’Associazione PARKINSON.  Da quel giorno è passato un po’ di tempo ed il numero degli iscritti è notevolmente aumentato…… Il gruppo che si è  costituito ha dato vita ad una serie di iniziative ed attività che hanno coinvolto il numero, sempre crescente, dei pazienti e dei loro familiari ed ha favorito la socializzazione, il divertimento e la condivisione delle esperienze di vita che ognuno vive con e a causa della malattia………

volentieri ripropongo il contenuto dei due fogli ritrovati , non senza rivolgere il mio ringraziamento a chi ha dato vita a quella nuova creatura che ora diventa sempre più grande ed importante per noi tutti…… Grazie, Dora…

 

Amus su piaghere de bos informare

S’Associazione de su PARKINSON semus resessidos a fundare

Custa est istada fundada chin unu solu iscopu

Pro essere utile a tottu.

Si cherimus chi s’Associazione potat funzionare

Tottu devimus collaborare.

Benide tottu a bos tesserare

Pius semus e pius fazile est a s’iscopu arrivare.

Sa quota est modesta, indispensabile pro incominzare

Solu bindighi euros ( euro 15 ) b’hat de pagare.

S’adesione ostra est netzessaria pro dimostrare

Ch’est istadu giustu de la fundare.

Si poi b’hat caschunu c’hat ideas de coltivare

Las fettada presente, no si devet birgonzare..

Umpare est possibile faghelas fruttare.

 

Sassari, 30 Novembre 2013

L’Associazione “malattia del PARKINSON”

 

Traduzione

Con piacere vi vogliamo informare

Che siamo riusciti a fondare l’associazione del Parkinson.

Questa è stata fondata con un solo scopo:

essere utile a tutti.

Se vogliamo che l’Associazione possa funzionare

Dobbiamo collaborare tutti.

La quota, modesta, indispensabile per iniziare

È di soli quindici euro .

L’adesione di tutti è fondamentale per dimostrare

Che è stato giusto fondare l’Associazione.

Se poi c’è qualcuno che ha qualche idea da presentare,

Non si deve vergognare….

insieme sarà possibile poterla realizzare.

 

Sassari 30 novembre 2013

L’Associazione  “malattia del Parkinson”

Comunicazione di assemblea generale dei soci

Comunicazione

Si informano soci e simpatizzanti dell’Associazione Parkinson Sassari che il giorno 28 giugno 2016, nel salone attiguo alla chiesa di San Giovanni Bosco, alle ore 16,00 si terrà l’assemblea generale dei soci, per procedere all’esame del seguente o.d.g.

1. Nomina Presidente dell’assemblea.

2. Esame ed approvazione del nuovo statuto dell’Associazione.

3. Elezione del Consiglio Direttivo.

4. Elezione del Collegio dei Sindaci e Revisori dei conti.

5. Elezione del Collegio dei Probi Viri.

6. Spoglio e proclamazione degli eletti.

Coloro che fossero disponibili a dedicare tempo ed energie per la conduzione del Consiglio Direttivo e dei due Collegi indicati nell’ o.d.g. possono comunicare la loro disponibilità al Web Master Gian Paolo Frau che avrà cura di riferire all’assemblea….

e-mail: gianpaolo@associazioneparkinsonsassari.it

Sassari 19/06/16

La prima pizza in…pizzeria! di S. Faedda

Correva l’anno 1965; finalmente con il mio amico Luigi riusciamo a racimolare qualche soldino e ad organizzare una pizzata con le ragazze che stavamo corteggiando (mia moglie e sua moglie).
L’appuntamento è per il sabato pomeriggio a patto però che le nostre amiche abbiano il rientro assicurato per le ore 20,00 perché così era l’orario stabilito dai loro genitori.
Alle 19,40, finito di mangiare, ci apprestiamo a fare rientro a casa. Comincia a piovere ed io, che ho le scarpe nuove col fondo di gomma, inizio a scivolare senza controllo. Che figura…!!! Con le due amiche ai fianchi sembro ubriaco fradicio e la gente ride a crepapelle. E così, quella che doveva essere una bella serata si è conclusa da incubo.
Ad onor del vero debbo dire che, dopo quella sera, io ed il mio amico Luigi abbiamo iniziato a frequentare le nostre “amiche” con più assiduità fino a coinvolgerle sentimentalmente. Come dire…non tutti i mali vengono per nuocere.

Salvatore Faedda

L’estate insieme: nuovi orari

Per venire incontro alle esigenze di molti soci, il presidente della nostra associazione, Franco Delli, comunica che le attività estive della Associazione Parkinson Sassari si terranno:

ogni martedì alle ore 17,00

per i mesi di giugno, luglio, agosto (tranne la settimana di ferragosto), e le prime due settimane di settembre, nella sala grande della Parrocchia di S. Giovanni Bosco in via Washington 3 a Sassari.

Le attività includono un corso di rilassamento di Bioenergetica condotta dalla dott.ssa Angela Merella, ben nota a tutti gli amici della nostra associazione, Ci sarà quindi la possibilità di proseguire le prove di teatro, e spazio sarà dedicato per riunioni ed incontri a tema. Il nostro dott. Paulus terrà un seminario sul tema “Affrontare meglio l’estate con il Sig. Parkinson”. Inoltre si possono effettuare attività varie suggerite da tutti noi soci.

Siete tutti invitati a partecipare ed ad esprimere le vostre idee su come passare meglio l’estate insieme.

Il presidente Franco Delli

Sassari, 11 giugno 2016

IL PARKINSON N. 2 (secondo le mie impressioni) di S. Faedda

Sono un settantaduenne col morbo di Parkinson. Qualche tempo fa quando il medico specialista ha confermato la patologia, insieme alla cura specifica, ha anche elencato i vari disturbi ad essa collegati facendo sì che ritrovassi la forza e la serenità che erano venuti a mancare.
Ormai sono diversi anni che questo medico, ascoltando i singoli problemi di noi parkinsoniani, ci consiglia la terapia più aggiornata e se questa, a volte, non da gli esiti sperati, noi ci consoliamo frequentando gli amici dell’associazione. C’è da dire che la ricerca, pur avendo fatto passi da gigante, purtroppo non è riuscita a trovare la pillola giusta e, quando il tremore inizia ad aumentare senza dare un minimo di tregua cosa fai?….aspetti e prima o poi ti passa!!!
Ora che i tempi stanno cambiando e che la Sanità sta rivoluzionando tutto il “Sistema”, insieme ai miei compagni di sventura desidero far presente, a chi di dovere, che la nostra Associazione già da qualche anno ha promosso diverse attività (fisioterapia di gruppo, musicoterapia, teatro, incontri per socializzare) e che tutte queste attività fanno bene al corpo, alla mente e, soprattutto, alla nostra patologia, il tutto…senza alcun supporto istituzionale.
Se poi a tutto questo aggiungiamo l’instabilità del “Centro per la diagnosi e la terapia del morbo di Parkinson di Sassari” e con essa anche la precarietà del nostro medico curante, viene spontaneo chiedersi perché in Italia, tutto ciò che funziona, non debba avere un percorso naturale e duraturo nel tempo.
Non occupandomi di politica non so a chi rivolgermi per evidenziare il problema e sensibilizzare le persone che potrebbero risolverlo ma voglio cogliere l’occasione per invitare i nostri “governanti” a farci visita e, magari, regalare un locale per le attività della nostra associazione perché, ormai, tutte le strade portano a Cagliari….”FORZA CAGLIARI”

Salvatore Faedda

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Close